FORMAZIONE DOCENTI: leva imprescindibile per una scuola in continua evoluzione

corso di formazione

Nei processi di cambiamento apportato dal conferimento dell’autonomia scolastica, da quanto è cambiato, sta cambiando e cambierà nel sistema d’istruzione, la formazione dei docenti costituisce una leva strategica fondamentale per promuovere e sostenere gli obiettivi di cambiamento e per migliorare la qualità del servizio scolastico.

La formazione è un diritto, ma è anche un obbligo deontologico indispensabile per garantire un profilo professionale adeguato alle nuove esigenze formative richieste dal mercato del lavoro.

Gli insegnanti hanno diritto alla fruizione di 5 giorni per la partecipazione a iniziative di formazione con l’esonero dal servizio e con l’articolazione flessibile dell’orario di lavoro per consentire la partecipazione a tali iniziative.

Ogni istituzione scolastica è tenuta a dotarsi di un piano annuale delle attività di aggiornamento e formazione dei docenti così come previsto dall’art. 66 del CCNL scuola 2006/09.

Per opportuni approfondimenti sulla formazione docenti, si allega il CCNL scuola, Capo VI, artt. 63-71.

La domanda di esonero dal servizio del personale docente per la partecipazione a tali iniziative, redatta in carta semplice, come da fac-simile, va presentata, con congruo anticipo, alla scuola di sevizio.

Al rientro il docente deve produrre documentazione giustificativa.

Annunci

Diritto allo studio: 150 ore di permessi retribuiti

Il 15 novembre 2010 scade il termine per la presentazione delle domande per la concessione dei permessi retribuiti previsti dall’art. 3 del D.P.R. 395/88.

Ha diritto ha presentare la domanda il personale docente , educativo ed ATA, sia con contratto a tempo indeterminato che con contratto a tempo determinato (supplenti annuali con scadenza contrattuale al 30 giugno o al 31 agosto).

La domanda deve contenere, unitamente alla richiesta esplicita di concessione dei permessi straordinari retribuiti di cui all’art. 3 del D.P.R. 395/1988, i seguenti dati:

  • nome, cognome, luogo e data di nascita;
  • tipo di corso;
  • durata dei permessi da utilizzare nel corso dell’anno solare in relazione al prevedibile impegno di frequenza del corso prescelto;
  • Per il personale docente, ruolo di appartenenza e sede di servizio;
  • per il personale educativo, sede di servizio;
  • per il personale ATA, il profilo professionale e la sede di servizio;
  • l’anzianità complessiva di servizio di ruolo;
  • il possesso di eventuali requisiti di precedenza.

La domanda, redatta in carta semplice, come da fac-simile, va indirizzata all’USP in cui è ubicata la sede di servizio ed inoltrata per via gerarchica.

Nel caso di approfondimenti si consulta la seguente normativa:

  • art. 3, D.P.R. 23 agosto 1988, n° 395;
  • C.M. n° 319 del 24 ottobre 1991;
  • C.C.N.L. 29 novembre 2007;
  • Contratto collettivo integrativo regionale .

Permessi retribuiti (richiesta)

Il dipendente della scuola con contratto di lavoro a tempo indeterminato ha diritto a permessi retribuiti, art. 15, C.C.N.L. 29.11.2007, per i seguenti casi:

  • 8 gg. per partecipazione a concorso ed esami (modello1 scaricabile in versione .doc);
  • 3 gg. per evento luttuoso, anche non consecutivi (modello2 scaricabile in versione .doc);
  • 3 gg. per motivi personali o familiari, e per gli stessi motivi e con le stesse modalità, sono fruibili i 6 gg. di ferie durante i periodi di attività didattica, previsti dall’art. 13, comma 9, C.C.N.L. scuola 2006/2009 (modello2 scaricabile in versione .doc);
  • 15 gg. consecutivi in occasione del matrimonio, fruibili da una settimana prima a due mesi successivi al matrimonio stesso (modello3 scaricabile in versione .doc).

Tali permessi possono essere richiesti anche dal personale della scuola a tempo determinato così come previsto dall’art. 19 del C.C.N.L. 29.11.2007.

Al rientro il dipendente deve produrre la documentazione o l’autocertificazione.

La richiesta di tali permessi va presentata al dirigente scolastico dal dipendente con congruo anticipo.

modello1

modello2

modello3